AVV. MASSIMILIANO MANGANO – 30 MAGGIO 2019

Il C.G.A.R.S. con sentenza 30 maggio 2019 n. 506 ha accolto l’appello incidentale proposto da Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., assistita da P.MMS LEGAL, e per l’effetto, dichiarato inammissibili e improcedibili i motivi aggiunti proposti da parte appellante nel giudizio di primo grado al TAR Sicilia – Catania avverso gli atti indittivi della procedura di gara per l’affidamento dei lavori di di raddoppio della linea ferroviaria Palermo-Catania, nella tratta Bicocca-Catenanuova, compresa la progettazione esecutiva, per un importo complessivo pari ad euro 221.424.600,80., in considerazione sia dell’assenza di una domanda di partecipazione alla gara di parte appellante e senza che sia emersa una reale ed effettiva impossibilità di proporne una; sia della mancata impugnazione dell’aggiudicazione definitiva intervenuta in favore del RTI controinteressato sopravvenuto.

LeFonti award - 2018 - Diritto Amministrativo contenzioso